Educazione

 Imparare a saper apprezzare cose semplici e genuine, meglio se di provenienza locale, riconoscendo anche il tessuto socio-culturale della tradizione gastronomica che le ha prodotte, è un valore ed un passaggio educativo fondamentale nella vita di ciascun individuo. Sicuramente la scuola ne è responsabile, offrendo ai bambini percorsi di apprendimento alla sana alimentazione e condividendo il momento della refezione con insegnanti preparati. Responsabili sono i genitori che possono trasmettere i principi della “buona tavola” sia da un punto di vista comportamentale che di consumo.

Siaf ha a cuore che i pasti prodotti quotidianamente non solo siano sinonimo di qualità e gusto, ma che siano anche all’altezza del valore educativo che essi, immancabilmente, veicolano. Questa attenzione nasce dalla consapevolezza che “dare da mangiare” significa, anche e soprattutto, educare al cibo, educando così alla vita. Per questo Siaf porta avanti un approccio innovativo per promuovere la cultura alimentare e del gusto, basata sull’attivazione dei sensi e sulla consapevolezza di tutti i passaggi nella produzione del cibo, dal campo al piatto.
Siaf si rende partecipe dell’educazione dei propri clienti, attraverso i piatti stessi e il modo in cui sono somministrati. Inoltre, si fa promotrice di iniziative educative e didattiche, spesso vicine all’attività ludica, così da “allenare” grandi e piccini, in un clima di convivialità, a saper riconoscere, apprezzare e cucinare il cibo di cui si nutrono. Tali attività possono spaziare da orti scolastici, visite ad aziende agricole, scambi di conoscenza intergenerazionali e laboratori pratici, per innescare un processo educativo ampio e continuo, rivolto all’intera Comunità del cibo.