Mela smeralda di Campestri: la storia di un incontro

Oggi vogliamo raccontarvi una storia:

“Qualche anno fa nelle zone di Vicchio esattamente sotto Campestri durante una battuta di caccia mi riparai sotto un vecchio melo circondato da una fitta boscaglia ,nonostante ciò rimasi stupito dal fatto che fossero presenti tante piccole e succulenti mele dal colore giallo e qualche piccola faccettatura rossastra , preso dalla curiosità e anche dalla fame mi feci coraggio e decisi di inerpicai per raggiungere e assaggiare uno di questi frutti e rimasi stupito dalla sua bontà e croccantezza!

Un anno passò e il pensiero di quel melo mi si riaffacciava davanti agli occhi ogni volta che passavo da quelle zone ,e inconsapevolmente le mie gambe mi riportavano da lui, per vedere se fosse solo un caso che ancora producesse mele o se fosse stata solo un annata fortunata .Con mio grande stupore lo ritrovai lì ricco di mele e vigoroso nonostante la fitta boscaglia ,.

Decisi perciò di ripulire un po’ la zona per dare più aria al vecchio albero . L’anno successivo con mio grande stupore il vecchio albero era ancora lì più rigoglioso che mai, ricco di frutti, senza bisogno di trattamenti ne’ medicine ,nonostante l’età e nonostante le pochissime attenzioni ricevute .

Decisi perciò di potare qualche ramo e di portarli da un vivaista.

Dopo 2 anni abbiamo messo a dimora più di 4000 piante di questa varietà e in totale circa 8000 piante di mele antiche del Mugello.”

Pierluca di Lunica srl del Mugello