I MENU’ DELLA RISTORAZIONE SANITARIA

I presidi ospedalieri e le strutture socio-sanitarie sono il segmento della ristorazione collettiva più difficile da soddisfare, in quanto le necessità e le aspettative dei pazienti e di tutta l’organizzazione socio-sanitaria sono prioritariamente dirette alle cure mediche e solo in secondo luogo all’alimentazione.

Siaf fornisce un valido sostegno al recupero fisico e psichico del malato, nella convinzione che la cucina è parte integrante della cura medica. Un malato che si nutre bene, che mangia ancora con appetito e piacere, ha molte più probabilità di guarire. La missione di Siaf è quindi non solo garantire il fabbisogno calorico dei pazienti ma anche soddisfare un appagamento sensoriale e psicologico, attraverso il sapore e gli aromi della grande tradizione culinaria italiana, contribuendo così alla buona salute.

Il menù per la refezione ospedaliera e sociosanitaria viene definito insieme al Servizio Dietetico dell’USL Centro Toscana e garantisce una grande varietà di scelta, sia sulla base delle esigenze dietetiche e mediche che del gusto del cliente, il quale può scegliere tra il piatto del giorno o una vasta gamma di alternative presenti.
Nei presidi ospedalieri la scelta è gestita con la prenotazione al letto del paziente, grazie a dei tablet forniti da Siaf, nei quali è installato un programma di prenotazione molto intuitivo che invia direttamente la richiesta al centro aziendale che poi prepara i vassoi personalizzati.
Con più di 50 strutture di ristorazione socio-sanitaria, la maggior parte destinate alla lungo-degenza, Siaf ha saputo in questi anni specializzarsi in questo particolare segmento della ristorazione collettiva.

Da anni Siaf, per completare l’offerta gastronomica, produce una serie di preparazioni a consistenza modificata fra le quali le mousse ipercaloriche. Questo è stato possibile grazie alla messa a punto di innovazioni tecnologiche che consentono di cucinare e omogeneizzare sottovuoto il cibo, senza aggiunta di addensanti chimici, in modo da creare dei piatti con la massima sicurezza igienico-sanitaria, preservando le qualità organolettiche e nutrizionali dei singoli ingredienti.

Per aumentare il gradimento dei pasti destinati ai lungodegenti e l’apporto calorico, Siaf ha inserito nei menù minestre di verdure e vellutate con aggiunta di cereali. Completano l’offerta anche prodotti di pasticceria al cucchiaio adatti anche a utenti disfagici, anche questi preparati con prodotti freschi e con la cura degli operatori Siaf.